Poche cose come i cavilli legali o il linguaggio burocratico hanno il potere di smorzare lo slancio di un viaggiatore. Come sono in molti a sostenere, però, è anche vero che senza quel documento che si chiama 'assicurazione' non è consigliabile affrontare l'esperienza di un viaggio.

Perché un'assicurazione?
Le assicurazioni esistono per proteggere l'investimento fatto da chi decide di partire e per fornire assistenza medica in caso di necessità. Puoi perdere il bagaglio, prendere una dissenteria a Delhi o essere afflitto dalle zecche: con un'assicurazione non sarai solo (e non dovrai pagare tu il costo delle cure). Scegliere la formula assicurativa adatta ti farà sentire più tranquillo. In alcuni casi, ti salverà la vita. Al momento della scelta, val la pena esaminare i dettagli - anche i cavilli di cui sopra.

Quanto mi costerà viaggiare assicurato?
In caso di incidenti seri o malattie gravi, l'assicurazione può coprire spese per centinaia di migliaia di euro o dollari. Per esempio, un australiano non assicurato che si ferisse gravemente in Alabama potrebbe dover fare i conti, molto salati, con il costoso sistema sanitario americano. Per un turista morso da un cane rabbioso in Rwanda o per un saccopelista che avesse bisogno di un soccorso aereo sull'Himalaya, i vantaggi di un'assicurazione di viaggio sono piuttosto evidenti.
Prezzi alti non significano sempre la copertura migliore. Considera con attenzione quali aspetti sono importanti per te. Non ha senso pagare per essere assicurati sul noleggio di un'auto se non guiderai o sul bagaglio se tutto ciò che porterai con te sarà uno zaino pieno di calzini sporchi e un vecchio iPod. Rinunciare ad alcune opzioni può ridurre considerevolmente il premio assicurativo.
Che cosa è necessario assicurare?
Un'assicurazione sanitaria è molto importante. Da questo punto di vista le polizze variano, quindi leggi con attenzione tutte le clausole. Se soffri di cuore o di una patologia grave, sarai chiamato a fornire informazioni dettagliate prima di sottoscrivere la polizza. Se hai in mente di fare sport, sciare in fuori pista o di darti al bungee jumping, verifica che queste attività siano coperte. Gli incidenti che si hanno praticando sport a livello professionistico di solito non lo sono.
I premi assicurativi sono calcolati in base alla tua provenienza, età, destinazione e durata del viaggio, con particolare attenzione ad alcune mete particolari. Quando si parte per paesi come gli Stati Uniti, dove il settore assicurativo sanitario è un'industria milionaria, o per paesi con standard molto diversi da quelli a cui si è abituati, conviene optare per una polizza con un'elevata copertura. Alcune società ti garantiranno assistenza medica illimitata in cambio di un premio elevato.


Altri aspetti da considerare
Ci sarà qualcuno che ti riporterà a casa se avrai un incidente? Ci sono medici pronti a rispondere al telefono di emergenza della compagnia assicurativa? Se la tua famiglia dovesse raggiungerti in un ospedale lontano, il viaggio sarà rimborsato? Leggi con attenzione le clausole e scegli con cura.
Accordi sanitari internazionali

Alcuni paesi hanno stabilito mutui accordi in tema di salute. Il che significa che se hai la nazionalità di un certo paese e hai bisogno di cure mediche all'estero potrai ricevere un trattamento particolarmente vantaggioso. Tra le nazioni coinvolte, oltre all'Italia, figurano Australia, Nuova Zelanda, Regno Unito, Irlanda, Svezia, Norvegia, Finlandia e Olanda. Chiedi informazioni approfondite alla tua ambasciata, ma considera che il livello di assistenza non potrà mai essere quello fornito da una buona assicurazione di viaggio. In qualità di cittadino europeo, porta con te la tessera europea di assicurazione malattia (TEAM) per garantirti cure mediche a tariffe ridotte o gratuite nei paesi comunitari e in Svizzera.

I miei bagagli sono assicurati?
Verifica il livello di copertura: quali effetti personali considera, se comprende anche gli apparecchi elettronici o il furto all'interno di un'auto. Che cosa ti puoi aspettare se l'iPhone cade nella Cascate dell'Iguazú? Se hai dubbi, contatta la compagnia - c'è un obbligo di legge che impone di spiegare in modo approfondito e chiaro tutte le clausole.
Altri aspetti non secondari di una polizza

Ecco altre cose da considerare prima di stipulare un'assicurazione.

Cancellazione > Puoi stabilire la copertura offerta dalla polizza qualora un impedimento rendesse impossibile il tuo viaggio. Dovrebbe corrispondere al costo del tuo viaggio comprensivo degli extra, ma più alta sarà la soglia, più costosa diverrà la polizza. 
Ritardo > Metti in conto almeno 250 euro al giorno per ritardi dovuti a scioperi, calamità naturali, guerra e terrorismo. Non aspettarti però di essere risarcito per qualche ora passata ad attendere il volo in un aeroporto affollato. Difficilmente otterrai qualcosa per ritardi inferiori alle 24 ore dovuti alla compagnia aerea.
Insolvenza di compagnie aeree e fornitori di servizi > Se le società di servizio a cui hai dato i tuoi soldi dovessero fallire, sarà bene che la polizza ti copra per almeno 10.000 euro. 
Responsabilità personale > Se qualcuno si ferisse o avesse un incidente per motivi dipendenti dalla tua responsabilità, per esempio per una valigia lasciata inavvertitamente in mezzo al passaggio, avere una polizza che ti copre può essere essenziale. Le migliori arrivano fino a 2 milioni di euro.
Noleggio auto > L'assicurazione di viaggio di solito non risarcisce tutti i costi di un incidente con una vettura a noleggio, anche se la responsabilità non è tua. Ti può aiutare con gli eccessi (l'importo che sei tenuto a pagare), ma dovrai sottoscrivere anche l'assicurazione obbligatoria fornita dalla compagnia di noleggio. Per ridurre i costi, confronta i parametri offerti dalla tua assicurazione di viaggio; così potrai scegliere in modo informato. Tieni a mente anche questo: la copertura assicurativa per la responsabilità individuale di solito esclude l'utilizzo di veicoli a motore, quindi verifica che cosa prevede la polizza della compagnia di noleggio a questo proposito.

In caso di incidente
In viaggio, tieni a portata di mano il numero d'emergenza della tua compagnia d'assicurazioni. Se hai bisogno di assistenza medica, non esitare. Se non sei in grado di chiedere aiuto, qualcuno troverà il numero tra i tuoi effetti personali, quindi porta con te una copia della tua polizza. Meglio essere prudenti. Se non si tratta di una questione medica, conviene comunque fare una telefonata per conoscere i propri diritti. 

Aprire una richiesta di rimborso una volta a casa è generalmente semplice - è necessario compilare alcuni moduli e produrre delle prove, quindi conserva ricevute, rapporti di polizia e tutto il possibile per sostenere la tua istanza. Se la richiesta viene accolta, di solito si è rimborsati in poche settimane. In caso contrario, si può sempre ricorrere all'appello.

Fatte le opportune indagini, un'assicurazione di viaggio si rivelerà un affare vantaggioso. Guardati attorno, assicurati e porta i dettagli della polizza con te, sperando di non averne mai bisogno. Se ti capiterà di storcerti una caviglia ballando a Barcellona o di essere morso da un serpente nel Borneo, ringrazierai di avere una buona polizza.